Eppure, le Alpi sono solo la cornice esterna del paese.
Gli Appennini invece ne sono l’anima, lo stomaco, la colonna vertebrale.
E sono lunghi quasi il doppio.
Senza di loro, la patria si affloscerebbe come uno Zeppelin senza gas nella pancia.

Paolo Rumiz, La leggenda dei monti naviganti, 2007, Feltrinelli

EMILIA ROMAGNA

  • Il giro del postino